post

Convivialità formale

Una cucina elegante
Per esigenze di rappresentanza
Convivialità formale, una cucina elegante per esigenze di rappresentanza

Qualche volta la cucina non è solamente uno spazio per rilassarsi in famiglia ma - pur restando un luogo di convivialità - deve rispondere a esigenze di rappresentanza. Deve pertanto essere allo stesso livello di eleganza di ambienti tradizionalmente più nobili, come ingressi, studi e living. Non più relegata ad ambiente di servizio servirà allora a intrattenere gli ospiti in un ambiente informale, mantenendo comunque alto, molto alto, il livello estetico percepito. 
Arcari Arredamenti ha pensato il modello Capri luxury proprio per chi ha una esigenza di avere una cucina elegante a questo livello: una cucina in noce classico, in alcuni elementi rifinito in derapé biancospino, rifinito da fregi dorati.
Un cucina molto elegante, in ogni suo dettaglio.
Le ante dei mobili principali presentano una cornice delicatamente sfumata intorno all’elemento centrale che può essere chiuso, nel qual caso ha finiture dorate negli angoli, o a vetro.
La cappa ha la stessa finitura sfumata dei mobili principali, ed è decorata al centro da una grande greca dorata, che caratterizza l’ambiente attirando immediatamente lo sguardo.

Convivialità formale, una cucina elegante per esigenze di rappresentanza

Immediatamente sotto, il marmo Monaco Light crea uno sfondo perfetto sia dal punto di vista estetico sia da quello funzionale: facilmente pulibile grazie alla totale assenza di interstizi, garantisce nel tempo l’aspetto impeccabile della zona cottura. Lo stesso marmo è utilizzato anche per il piano e per l’isola centrale. 
Coordinato e lucidissimo comunica silenziosamente un concetto di eleganza senza tempo.

Convivialità formale, una cucina elegante per esigenze di rappresentanza

Il blocco centrale, oltre a dividere visivamente l’area di lavoro da quella della convivialità, amplia la superficie contenitiva e contemporaneamente offre un largo piano d’appoggio, ideale se non addirittura fondamentale in occasioni come feste e pranzi in piedi per disporre bicchieri, vassoi, glacette e bottiglie. Nella quotidianità rimane comunque molto pratico per una colazione o uno spuntino veloce, comodamente seduti sugli alti sgabelli imbottiti.

Convivialità formale, una cucina elegante per esigenze di rappresentanza

Di una raffinatezza senza eguali e degno complemento dei mobili principali è la dispensa. 
Rifinita in un luminosissimo derapé biancospino alleggerisce visivamente l’ambiente grazie al sofisticato gioco di luci interne, pieni e vuoti. Di sicuro è il posto giusto per esaltare, proteggendoli, i pezzi più fini di argenteria e cristalleria. 

Ultimo ma non per importanza il tavolo rotondo. Un piano in noce appoggiato su una base finemente decorata e rifinita in biancospino per coordinarsi con la dispensa. Quattro sedie imbottite, con un alto, comodo schienale leggermente incurvato e decorato da un fregio centrale. 

Di certo anche la più semplice delle cene, in questa cornice, sembrerà un pranzo reale.

 

Convivialità formale, una cucina elegante per esigenze di rappresentanza