post

I 5 colori in cucina

L'importanza del colore
non solo sui mobili
I 5 colori in cucina l'importanza del colore non solo sui mobili

Cominciare la giornata con un tocco di colore, oltre ad essere piacevole, è un modo per dare una carica di energia e positività e per affrontare al meglio la giornata.

Il colore rappresenta senza dubbio una componente fondamentale della psicologia umana: influisce sull’umore, comunica emozioni, crea l’atmosfera giusta per ogni situazione. È per questo che i colori sono fondamentali nell’arredamento, ovvero nella predispozione dello spazio che ci circonda, per farci essere e sentire al meglio.

Ma - arredamento a parte, il colore in cucina è anche un ottimo indicatore per valutare l’equilibrio di quello che mangiamo. Riuscire a mangiare ogni giorno una porzione di verdura per ognuno dei cinque colori base (rosso, giallo,verde, bianco e blu/viola) ci garantisce di fornire al nostro organismo tutto quello che serve per rimanere in forma.

I 5 colori in cucina l'importanza del colore non solo sui mobili

Gli alimenti di colore rosso (angurie, arance rosse, barbabietole, ciliegie, fragole, pomodori…) contengono due antiossidanti, il licopene e le antocianine, che hanno funzioni antitumorali e aiutano prevenzione delle malattie cardiovascolari.

I 5 colori in cucina l'importanza del colore non solo sui mobili

Quelli di colore giallo (albicocche, arance, carote, clementine, cachi, limoni, meloni, peperoni, pesche, pompelmi e zucche) hanno - oltre alle funzioni antitumorali - anche il Beta-carotene, importante per il mantenimento dei tessuti, della funzione immunitaria e della vista.

I 5 colori in cucina l'importanza del colore non solo sui mobili

Tutte le verdure verdi sono associate alla riduzione del rischio di sviluppare tumori e patologie cardiovascolari. Sono inoltre ricche di magnesio, un minerale molto importante che stimola l’assorbimento di calcio, fosforo, sodio e potassio, e anche di acido folico, la cui carenza determina anemia, alterazioni della cute e disturbi nervosi mentre gli alimenti bianchi (ad esempio aglio, cipolle, mele, porri, funghi e cavolfiore) contengono isocianati, che rallentano l’invecchiamento cellulare oltre al potassio che previene l’ipertensione e protegge il tessuto osseo.

Infine gli alimenti blu (mirtilli, radicchio, fichi, more, prugne, melanzane) contengono sostanze importanti per mantenere bene la vista, la struttura dei vasi capillari, le funzioni delle vie urinarie e prevenire l’invecchiamento cutaneo.

Ma il cibo e i suoi colori non sono solo salute e prevenzione, sono piacere e supporto di una vita piena di soddisfazione. Scegliere di riempire di colore i nostri piatti significa soprattutto volersi bene e prendersi cura di sé.