post

La spongada

Un dolce augurale
Semplice e nutriente

La spongada camuna nasce come dolce pasquale ed è tipico della valle Camonica.

Fatta di un ricco impasto di ingredienti semplici e poveri - farina, latte, zucchero e uova -  molto nutriente, è un tipico dono tradizionale da fare agli ammalati e ai poveri in segno di salute e augurio.

Questa pagnotta dolce è nota anche come focaccia brenese ed è una vera specialità, soprattutto se accompagnata dallo zabaione della zona, la “rusumada” (uovo intero emulsionato con zucchero e vino rosso ossolano invecchiato), o, come si faceva in origine, con una fetta di salame.

La preparazione del dolce segue una ricetta che può presentare variazioni nelle proporzioni degli ingredienti a seconda delle tradizioni e spesso prevede il mescolamento di due diversi impasti in due momenti successivi.

Quella che vi proponiamo qui è la ricetta della forneria Salvetti di Malonno (BS)

SPONGADA

Ingredienti

360 g   Farina di grano tenero tipo 1
180 g.  Latte intero
150 g   Zucchero semolato
100 g.  Burro
3          Uova
50 g     Lievito compresso
8 g.      Sale
q.b.      Vaniglia in bacche

Procedimento

Mettere in una bacinella farina, zucchero, lievito e sale.
Aggiungere le uova, il burro e il latte, impastare fino a formare un impasto ben elastico.
Lasciare riposare il tutto in una ciotola coperta fino al raddoppio del volume.
Formare delle palline del peso desiderato e farle lievitare fino al raddoppio del volume.
Incidere a croce la superficie delle spongade, cospargere di zucchero e infornare a 170° per 15 min