post

Le cappe

da strumento di lavoro
a complemento di arredo
Le cappe, da strumento di lavoro a complemento di arredo

Le cappe aspiranti sono un alleato prezioso e indispensabile in cucina; semplicemente, impediscono che l’ambiente diventi un luogo fumoso e maleodorante… quindi… viva la cappa!

E già che ci siamo, perché non farla diventare un plus della cucina, anziché un minus? Come? Basta renderla un elemento dalla forte personalità, che da un lato caratterizzi la cucina e dall’altro si integri perfettamente nell’arredo.

Chi ha la fortuna di avere una cucina spaziosa non ha che l’imbarazzo della scelta: le soluzioni di cappe “da arredo” sono innumerevoli, e questo vale anche per ambienti con superfici più contenute.

Vediamone alcune.

Le cappe, da strumento di lavoro a complemento di arredo

Partiamo dal tipo di cappa che maggiormente “si mette in mostra”: la bellissima cappa sospesa della linea Pienza che, posta al centro della stanza sopra l’isola che racchiude lavelli e fuochi, richiama decisamente l’attenzione.

Oppure, sempre tra le cappe sospese, ma dedicata a coloro che amano lo stile industrial, è perfetta quella della cucina Positano, composta da un elemento lineare e una cappa in acciaio che richiama come forma quelle tradizionali.

Le cappe, da strumento di lavoro a complemento di arredo

Per chi invece vuole sì valorizzare la cappa ma senza renderla il fulcro della cucina, sono ideali quelle più tradizionali: a vista, ma appoggiate alla parete.

Costituiscono importanti elementi della cucina, anche per le dimensioni, e sono prevalentemente di forma trapezoidale, ma non solo; 

Le cappe, da strumento di lavoro a complemento di arredo

le troviamo anche nella variante orizzontale, più moderna, sormontate dal classico tubo di scarico.

Le cappe, da strumento di lavoro a complemento di arredo

Per armonizzarle con l’arredo e al tempo stesso per valorizzarle, spesso vengono appoggiate su una boiserie che  le incornicia, facendole risaltare, come nel caso della linea Venezia Provencal o della Pienza new Classic. Utensili appesi sotto e oggetti posti sulla cornice (vasi, piante, quadri…) completano l’integrazione con lo stile e il gusto della padrona di casa.

Le cappe, da strumento di lavoro a complemento di arredo

Infine, per chi preferisce che la cappa non sia visibile ma anzi si mascheri, fingendosi mobile, le proposte non mancano: inserite in un continuum con mobili e pensili, riprendono i colori e i decori degli elementi della cucina creando un tutt’uno armonioso.

Le cappe, da strumento di lavoro a complemento di arredo