post

Valorizzare uno spazio

Con una progettazione attenta
E mobili discreti
Valorizzare uno spazio con una progettazione attenta  E mobili discreti

In questa cucina realizzata a Gazzuolo, in provincia di Mantova, già le porte in legno antico, in cui ogni difetto si trasforma in pregio, annunciano uno spazio davvero unico; in effetti, una volta aperte, ci ritroviamo in una cucina ampia, incredibilmente luminosa, con pavimento in cotto a lisca di pesce, nicchie in muratura e soffitto con travi a vista.

Valorizzare uno spazio con una progettazione attenta  E mobili discreti

Arredare uno spazio così bello è una responsabilità: bisogna valorizzarlo e lasciare che continui a essere protagonista, mettere tutto ciò che occorre ma nulla di più.
È per questo motivo che molto spazio è stato lasciato libero e il blocco cucina è ‘solo’ un elemento a L nell’angolo prospiciente la finestra mentre un intero lato è stato lasciato esclusivamente per la ghiacciaia, magnifico mobile coronato da un orologio in stile, che contiene frigorifero e congelatore.

Valorizzare uno spazio con una progettazione attenta  E mobili discreti

La cucina vera e propria è formata da un blocco unico sebbene con altezze diverse sul piano in marmo Breccia Sarda spazzolato, mette a disposizione numerosi vani che si aprono grazie a eleganti maniglie in ottone e ceramica ed è sovrastata da un pensile che integra la bellissima ed evocativa piattaia aperta

Valorizzare uno spazio con una progettazione attenta  E mobili discreti

Sopra il modernissimo piano a induzione invece fa magnifica mostra di sé la cappa in muratura, sulla quale è stato dipinto un elegante fregio e inserita una cappa a motore ad incasso potenziato (800 mc/h) controllabile a distanza: un’abbinata che dimostra come modernità e tradizione non necessariamente si scontrano se il progetto è ben fatto.

Valorizzare uno spazio con una progettazione attenta  E mobili discreti

Tra i due, il muro è stato ricoperto da piastrelle bianche appena decorate dalle borchie in ottone posizionate agli interstizi, che richiamano gli altri elementi in ottone della cucina stessa.

Tradizionale invece, per forma e materiale, è il grande lavello in marmo, incorniciato da un paraschizzi sagomato, e illuminato dai faretti integrati nella piattaia. Il risultato è una composizione elegante e leggera che si fonde perfettamente con la calma sicurezza di questa cucina.

Al centro troneggia una grande isola da lavoro in cui il piano di marmo oltre a coordinarsi con la cucina consente di cucinare agevolmente ricchi pranzi e cene che saranno goduti sul tavolo da pranzo contornato dalle sedie imbottite e tappezzate con lo stesso tessuto delle tendine del pensile.